Bangkok è la capitale della Thailandia, è una città che ti travolge, che o si ama o si odia. Io la amo profondamente, ho avuto la fortuna di andarci diverse volte ed ogni volta è sempre una sorpresa e una scoperta, sono infatti innumerevoli le attività e le escursioni che si possono fare da questa metropoli tropicale.

Servita da 2 aeroporti internazionali il Suvarnabhumi e il Don Mueang, vanta anche una stazione dei pullman molto grande, Mo Chit, dalla quale si può raggiungere facilmente ogni angolo della Thailandia e diversi paesi limitrofi (Laos, Birmania, Cambogia, Malesia, etc.).

La prima volta che si arriva in città sembra di essere nel caos più totale: traffico, bancarelle, mille suoni, rumori e odori colpiscono subito, oltre al caldo e all’immancabile umidità.

Cosa non bisogna perdere la prima volta a Bangkok?

1 – Palazzo Reale

Ne rimarrete incantati, considerate almeno 2-3 ore per visitarlo tutto. L’abbigliamento deve essere adatto ad un luogo di culto: pantaloni lunghi o gonne sotto al ginocchio per le donne (no leggings) e spalle coperte: non si entra in canottiera e/o con shorts troppo corti. All’ingresso vengono comunque messi a disposizione dei visitatori dei parei per coprirsi. È un immenso complesso di edifici racchiusi da mura bianche: è una festa di luce, di ori, di gemme e di colori smaltati che brillano sotto il sole accecandovi gli occhi rapiti da tanta bellezza. All’interno del complesso il tempio principale è il Wat Phra Kaew, che custodisce al suo interno il piccolo Buddha di Smeraldo.

 

2- Buddha sdraiato o Wat Pho

Lungo 46 metri e alto 15 in gesso, ricoperto in foglie d’oro rappresenta il Buddha nel momento del Nirvana. All’interno dell’edificio sono allineate 108 ciotole di bronzo per i monaci: è possibile acquistare per pochi bath 108 monete da far cadere nelle ciotole come auspicio di buona fortuna.

 

3- Wat Arun

Situato sulla riva del fiume Chao Phraya è uno dei simboli di Bangkok. È possibile salire fino in cima per godere della vista del fiume. Consiglio di vederlo anche quando è buio, la maestosità del templio e le sue luci che si riflettono sul fiume sono uno spettacolo.

4 –Golden Mountain – Wat Saket

Un altro simbolo della città, una piccola collina artificiale con una stupa alla sommità che custodisce una reliquia del Buddha. Dall’alto si gode di una bella vista di Bangkok.

 

5- Chatuchak Weekend Market

Aperto solo il sabato e la domenica, scordatevi di vederlo tutto in un giorno. Si raggiunge facilmente con lo sky train BTS linea Sukhumvit, fermata Mo Chit (scendete dalla metro e seguite il flusso di gente). Vi consiglio di procurarvi una cartina del mercato in modo da selezionare le aeree di maggior interesse da visitare. All’interno di tutto il mercato è vietato fumare, per mangiare invece non avrete problemi: sono decine i banchi di street food, dove potete trovare qualsiasi cosa.

 

6- MBK

Se dopo una giornata al Weekend Market non siete soddisfatti degli acquisti l’MBK è il posto che fa per voi. Da fuori un classico centro commerciale, ma l’interno vi sorprenderà: diversi piano infatti anziché essere suddivisi in negozi, sono tappezzati di bancarelle. Un intero piano è dedicato all’elettronica.

 

7- Khao San Road

Khaosan Road

Khao San Road

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Negozi, bancarelle, ristoranti, locali per il giorno e la sera. È una delle vie turistiche più note di Bangkok e decisamente molto movimentata sia di giorno che di notte. Originariamente era la zona più frequentata dai turisti con budget limitato e dai “backpackers”. Ora troverete hotel per tutte le tasche. Anche se consigliata in diversi blog come punto di riferimento per alloggiare, io sinceramente la sconsiglio. Oltre all’eterno caos a quasi ogni ora del giorno e della notte, non si respira l’aria di Bangkok essendo tutto “progettato” a misura di turista. Oltretutto non è vicina né alla metro né ad una fermata del BTS (o Sky Train), quindi armatevi di santa pazienza perché dovrete immergervi nel traffico a bordo di un tuk-tuk o di un taxi.

 

8- Massaggio thailandese

Per rilassarsi e rigenerarsi il massaggio thailandese vi rimetterà a nuovo. Non ci si spoglia e non si usano oli, unguenti o creme, generalmente viene fornita dal centro una tuta per il massaggio, la durata varia da 30 minuti a 2 ore. Alla fine del trattamento è spesso offerto un tè o una tisana. Camminando per strada troverete centinai di centri massaggi in ogni quartiere, generalmente sono aperti almeno fino alle 10 di sera. All’interno del complesso dove si trova il Wat Pho è presente la scuola di massaggio thailandese.

 

9- Mercato galleggiante & Mercato del treno

Mercato del Treno

Si trovano fuori città a pochi chilometri di distanza, vi consiglio quindi di organizzare un’escursione di una giornata e visitarli entrambi (in base al traffico ci vuole un’ora abbondante per arrivarci). Personalmente non mi sono affidata ad un’agenzia di viaggi, ma ho contrattato direttamente il prezzo con un taxista fuori dall’hotel (ci ha portato, aspettato che visitassimo i 2 mercati e riportato in hotel).  Di mercati galleggianti ce ne sono diversi fuori Bangkok, tutti abbastanza turistici, è molto carino comunque il giro in barca tra i venditori.

Il mercato del treno si trova al capolinea della linea ferroviaria (in foto): per questa ragione i treni arrivano e dopo pochi minuti ripartono. Cercate di arrivare per vedere l’entrata e avere quindi il tempo di posizionarvi al meglio per vedere la partenza del treno.

ORARI TRENO

– Il primo treno parte alle h 6,20

– Entrata h 8,30                   – Partenza h 9,00

– Entrata h 11,10                 – Partenza h 11,30

– Entrata h 14,30                 – Partenza h 15.30

– Ultima entrata h 17,40

 

10 – Ayutthaya

Altra gita fuori porta, considerate una giornata tra andare, visitare la città e rientrare a Bangkok. Ayutthaya fu capitale del Regno del Siam tra il 1350 e il 1767, oggi è un parco storico di notevoli dimensioni e bellezza. Appena arrivati, affittate una bici o un motorino e procuratevi una cartina del sito patrimonio dell’Unesco. Si raggiunge facilmente in minivan che partono da Victory Monument o potete andare alla stazione Mo Chit e raggiungerla in bus.

 

Quanti giorni soggiornare?

Difficile rispondere, sicuramente almeno 5 giorni se volete immergervi nella vita della città. Magari evitate qualche escursione fuori porta e godetevi al meglio la città, dalla mattina alla mattina successiva! Bangkok è infatti una città che non dorme mai, piena di vita, di caos, traffico, sorrisi . .  e anche per mangiare non preoccupatevi, troverete sempre qualcuno che su un carretto sta cucinando per voi qualcosa da mangiare.

 

Chiara Cevoli