Cerca nel Sito

Contattami

VivieNutri.it

Categorie

Noci: toccasana per la salute

Le noci riducono il rischio di malattie cardiache e cancro

Migliaia di ricerche hanno dimostrato che la maggior parte delle malattie croniche possono essere prevenute cambiando lo stile di vita: dieta, fumo, attività fisica, esposizione a sostanze tossiche e inquinanti ambientali. Alcuni alimenti e nutrienti come il resveratrolo, la curcumina, il tè verde e le verdure a foglia verde hanno specifiche proprietà che aiutano a prevenire e combattere le malattie cardiovascolari e il cancro, e che dovrebbero essere inclusi nella nostra dieta quotidiana.

toccasana per la salute

Un gruppo di studio spagnolo, ha pubblicato i risultati della sua ricerca sulla rivista BMC Medicine dimostrando che coloro che mangiano noci più di tre volte alla settimana hanno una riduzione del rischio di morire di cancro o di malattie cardiovascolari rispetto a chi non ha l’abitudine a mangiarle. Gli scienziati hanno esaminato l’effetto sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari dividendo i partecipanti allo studio in 2 gruppi: un gruppo seguiva una dieta mediterranea con noci ed olio extra vergine di oliva, l’altro gruppo seguiva una dieta a basso contenuto di grassi. I ricercatori hanno analizzato più di 7.000 persone di età compresa tra 55 e 90 anni. Il team ha scoperto che le persone che mangiano più di tre porzioni di frutta secca a settimana avevano un rischio inferiore del 55% di morire per malattie cardiovascolari e un rischio inferiore del 40% di  morire di cancro. L’autore dello studio, il dottor Jordi Salas-Salvad ha commentato: “Come le noci siano in grado di prevenire la mortalità non è del tutto chiaro, né perché la noce sia meglio dell’altra frutta secca. Le noci hanno un contenuto particolarmente elevato di acido alfa-linoleico e di sostanze fitochimiche, insieme a fibre e minerali come calcio, magnesio e potassio”. I ricercatori hanno anche notato che i mangiatori di noci avevano un indice di massa corporea più basso e una circonferenza vita più piccola. Inoltre, questo gruppo è risultato essere più attivo fisicamente e meno propenso al fumo. Gli autori dello studio concludono ” Restano da chiarire i specifici costituenti, la quantità, la durata e il tipo di frutta secca da consumare. Nel frattempo, ci si potrebbe concentrare su come meglio promuovere il consumo di noci nella popolazione, integrandole nella dieta quotidiana.”

Dott.ssa Chiara Cevoli
Biologo Nutrizionista

FONTE: www.naturalnews.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>