#ladisinformazioneuccide

//#ladisinformazioneuccide

#ladisinformazioneuccide

Vegani e Vegetariani: la Nuova Moda

È un po’ la moda del momento: diventare vegetariani o per i più audaci vegani. Non è poca la differenza: i vegetariani escludono dalla loro alimentazione “solo” carne e pesce, mentre per i vegani la faccenda è più complessa. Questi ultimi infatti oltre a non mangiare né carne né pesce non mangiano latte e latticini, uova, burro e miele.

Non voglio soffermami sui benefici o meno dei vari tipi di alimentazione, ne fare una paragone “salutistico” tra una dieta onnivora, vegana e vegetariana, ma cercare di capire il perché tantissime persone si stanno affacciando a questo tipo di alimentazione.

vegani e vegetariani: la nuova moda

Perché questa moda?

Il perché a mio avviso è abbastanza semplice: l’uomo si lascia facilmente influenzare da quello che legge, vede in televisione, gli viene raccontato al bar o dal parrucchiere.

“Mi ha detto tizio che quella tisana fa dimagrire. L’ha provata e funziona!” Chi di fronte a questa frase non è corso immediatamente in erboristeria a comprare la miracolosa tisana? Prima però ci chiediamo cosa c’è dentro? Ci informiamo oggettivamente se funziona oppure no?

Come tutto ebbe inizio

Tutto ebbe probabilmente inizio con il famoso libro The China Study di T. Colin Campbell, biochimico e nutrizionista statunitense. Sul sito si legge:

 

“Mi propongo di fare niente di meno che ridefinire ciò che noi affermiamo sia una buona alimentazione. Avete bisogno di conoscere la verità sul cibo e perché mangiare nel modo giusto può salvare la vita.” Dott. T. Colin Campbell

#ladisinformazioneuccideIn pochissime parole Campbell sostiene che evitare TUTTI i cibi animali è fondamentale per la nostra salute e che anche piccole quantità di proteine animali sono nocive per l’uomo. Non voglio fare una lettura critica del libro ma un piccolo appunto mi sembra d’obbligo: le proteine sono formate da 24 diversi amminoacidi. Gli amminoacidi sono gli stessi sia nelle proteine di origine animale che in quelle di origine vegetale: quindi perché una proteina che viene dal petto di pollo dovrebbe farmi male, mentre una proteina proveniente dai legumi dovrebbe essere più salutare, essendo formate dagli stessi identici mattoncini (gli amminoacidi)?

A calcare la mano ci si è messa ovviamente la televisione, in particolare il programma di Italia 1 “Le Iene”. Il servizio è di mercoledì 7 maggio 2014, dove si parla di alimentazione e tumori. Il messaggio che però passa è molto superficiale: “perché sottoporsi a chemioterapia e/o radioterapia quando posso guarire mangiando semplicemente frutta e verdura?”. Sbaglio, gravissimo errore. Non funziona così, purtroppo. E far passare questo in un programma seguito da molti italiani, basato sulla denuncia, sul rispetto dei più deboli è forse la cosa peggiore. Perché le persone si fidano, perché le persone hanno bisogno di speranze contro questi bruttissimi mali. Questi temi così delicati e sensibili non possono essere trattati con tale leggerezza. Servono PROVE scientifiche valide.

Frutta e verdura fanno bene, il loro consumo abituale riduce la mortalità verso diverse patologie, ma stiamo parlando di PREVENZIONE e non di CURA, due concetti molto diversi.

Oltretutto in molti si affacciano a questo tipo di alimentazione improvvisandosi esperti in materia: l’alimentazione vegetariana e ancor di più quella vegana non è la semplice eliminazione dalla dieta di carne e pesce. È necessario prestare attenzione per non andare incontro a facili carenze nutrizionali, una fra tutte quella di Vitamina B12.

#ladisinformazioneuccide

Ho deciso di intitolare l’articolo #ladisinformazioneuccide “copiandolo” da una nota scritta da Giulia Corsini vice presidente di Pro-Test Italia, associazione non-profit che si occupa di corretta informazione scientifica. Ed è proprio il messaggio principale di questo articolo: non sto infatti parlando della validità o meno di un regime alimentare rispetto ad un altro, non è una guerra tra carnivori e vegetariani, è una critica verso messaggi che possono venir male interpretati.

Manifestazione di Pro-Test Italia davanti la sede Mediaset di Cologno Monzese.

Manifestazione di Pro-Test Italia davanti la sede Mediaset di Cologno Monzese.

In questi casi infatti, si spingono persone verso cure alternative di non provata efficacia e Le Iene non sono nuove a questo: basti pensare al polverone del caso Stamina, anche in quel caso pura disinformazione. Tutti a puntare il dito contro uno Stato che secondo molti non guardava al benessere dei propri cittadini (e con questo non intendo dire che spesso non lo faccia), quando nel caso specifico non era così, anzi l’esatto opposto. È notizia del 22 maggio che per il pm Giancarlo Avenati Bassi, nel caso Stamina «La scienza non c’entra per nulla» e ancora «Stamina, non ha nessun valore scientifico». E qui chiudiamo la parentesi.

In conclusione una piccola riflessione: il famoso Steve Jobs è stato vegano per quasi tutta la vita. Nonostante questo si ammalò di tumore al pancreas. Personaggio estremamente eclettico rifiutò ogni tipo di cura medica convenzionale, che forse avrebbe potuto salvarlo perché il tumore fu scoperto per caso, abbastanza presto. Si affidò esclusivamente a cure naturali ed alternative: dieta vegana, erbe, agopuntura, meditazione. Morì a Palo Alto il 5 ottobre 2011 di tumore al pancreas.

“Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza” Dante

Dott.ssa Chiara Cevoli

By | 2014-05-23T12:25:19+00:00 maggio 23rd, 2014|Categories: Salute|Tags: , , , , , , , |0 Comments

Leave A Comment