Cerca nel Sito

Contattami

VivieNutri.it

Categorie

Cos’è il Diabete?

Il diabete mellito è un gruppo di malattie metaboliche, caratterizzate da un aumento della concentrazione ematica di glucosio (glicemia), dovuta a un’alterata quantità o funzione dell’insulina. L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas, che permette al glucosio assunto con l’alimentazione di entrare nelle cellule e di essere utilizzato come fonte energetica. Quando questo meccanismo è alterato, il glucosio si accumula nel circolo sanguigno. Il termine diabete deriva dal greco diabainen che significa “passare attraverso” (con riferimento alla proteinuria e alla glicosuria -rispettivamente la presenza di proteine e glucosio nelle urine). Nel 1975 è stato aggiunto il termine mellitus, dal latino dolce, in riferimento al gusto dolce delle urine. Se non controllata da terapia, tale sindrome è responsabile dello sviluppo di numerose complicanze a carico di diversi organi e apparati soprattutto gli occhi, il rene, il sistema nervoso autonomo e periferico, il cuore e i vasi sanguigni.

vari tipi di diabete e loro caratteristiche

Un po’ di numeri sul diabete

I dati riportati nell’annuario statistico ISTAT 2013 indicano che è diabetico il 5,4% degli italiani (5,3% delle donne e 5,6 % degli uomini), pari a oltre 3 milioni di persone. La prevalenza del diabete aumenta con l’età fino a raggiungere il 20,4% nelle persone con età uguale o superiore ai 75 anni. Per quanto riguarda la distribuzione geografica, la prevalenza è più alta nel Sud e nelle Isole, con un valore del 6,6%, seguita dal Centro con il 5,3% e dal Nord con il 4,6%.

Le Differenti Cause di Diabete Mellito

le diverse cause di diabeteDiabete tipo 1 – E’ causato da distruzione delle cellule beta del pancreas, su base autoimmune o idiopatica (senza causa apparente), ed è caratterizzato da una carenza insulinica assoluta (la variante LADA, Latent Autoimmune Diabetes in Adults, ha decorso lento e compare nell’adulto).

Diabete tipo 2 – E’ causato da un deficit parziale di secrezione insulinica, che in genere progredisce nel tempo ma non porta mai a una carenza assoluta di ormone, e che si instaura spesso su una condizione, più o meno severa, di insulino-resistenza su base multifattoriale.

Altri tipi di diabete:

- difetti genetici della beta-cellula del pancreas – indotto da farmaci o sostanze tossiche

- difetti genetici dell’azione insulinica – infezioni

- malattie del pancreas esocrino – forme rare di diabete immuno-mediato

- endocrinopatie – sindromi genetiche rare associate al diabete

Caratteristiche cliniche differenziali del diabete tipo 1 e tipo 2

Tipo 1

Tipo 2

Prevalenza Circa 0.3% Circa 5%
Sintomatologia Sempre presente

Spesso eclatante e ad inizio brusco

Spesso modesta o assente
Tendenza alla chetosi Presente Assente
Peso Generalmente normale Generalmente in eccesso
Età all’esordio Più comunemente <30 anni Più comunemente >40 anni
Comparsa di complicanze croniche Non prima di alcuni anni dopo la diagnosi Spesso presenti al momento della diagnosi
Insulina circolante Ridotta o assente Normale o aumentata
Autoimmunità Presente Assente
Terapia Insulina necessaria sin dall’esordio Dieta, farmaci orali, analoghi GLP-1, insulina

 

Fonti:

Ministero della Salute
Standard italiani per la cura del diabete mellito 2014
ISTAT

Dott.ssa Chiara Cevoli

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>