Le Vitamine Liposolubili

///Le Vitamine Liposolubili

Le Vitamine Liposolubili

Funzioni, Fonti Alimentari, Carenza e Tossicità

Scoperte nel 1911 dal medico polacco Kazimierz Funk, le vitamine sono nutrienti essenziali per la crescita e il mantenimento delle funzioni vitali. Il termine vitamina deriva dal tedesco Vitamin che significa “amina della vita”. Le vitamine liposolubili, a differenza di quelle idrosolubili, possono accumularsi all’interno del corpo provocando effetti tossici variabili sull’organismo. Le vitamine liposolubili sono:

Funzioni, Fonti Alimentari, Carenza e Tossicità

Vitamina A (Retinolo, β-carotene o pro-vitamina)

Funzioni: il retinolo è un fattore indispensabile per la vista, ha azione antitumorale, svolge un ruolo fondamentale nel processo di differenziazione cellulare, è importante per un corretto sviluppo dell’individuo, per la risposta immunitaria e per l’integrità dei tessuti.

Fonti Alimentari: il retinolo è presente negli alimenti animali (fegato, formaggio, burro, uova e latte). Nei vegetali si trovano i carotenoidi, soprattutto nella frutta e verdura di colore arancione, giallo e rosso, (pomodoro, carota, albicocche, anguria, frutti di bosco).

Carenza: la carenza di vitamina A causa cecità crepuscolare, cute secca, atrofia degli epiteli, ritardo nello sviluppo e nella crescita e malformazioni ossee.

Tossicità: cefalea, vomito, disturbi della vista, irritabilità, anoressia, alterazioni di pelle, ossa e unghie.

Vitamina D (D3: colecalciferolo, D2: ergocalciferolo)

Funzioni: favorisce l’assorbimento del calcio e del fosforo e ne regola il metabolismo. È essenziale per la mineralizzazione di ossa e denti.

Fonti Alimentari: i vegetali ne contengono quantità trascurabili, la maggior parte della vitamina D è sintetizzata dall’organismo, per azione dei raggi del sole, a partire da derivati presenti nella pelle.

Carenza: ritardo nell’accrescimento e alterazioni nello sviluppo di denti e ossa, rachitismo nei bambini, osteomalacia (ossa mobili e deformi) e alterazioni muscolari negli adulti.

Tossicità: cefalea, vomito, irritabilità, alterazione di pelle, ossa e unghie.

Vitamina A (Retinolo, β-carotene o pro-vitamina) Vitamina D (D3: colecalciferolo, D2: ergocalciferolo) Vitamina E (tocoferoli) Vitamina K (K1: fillochinone, K2: manachinone)

Vitamina E (tocoferoli)

Funzioni: la Vitamina E è un antiossidante implicata nella formazione dei globuli rossi, del DNA e dell’RNA.

Fonti Alimentari: è contenuta nei frutti oleosi, come le olive, il germe di grano, i semi.

Carenza: anemia, sterilità, atassia.

Tossicità: non è particolarmente tossica, un sovradosaggio può causare cefalea, nausea, astenia e emorragie.

Vitamina K (K1: fillochinone, K2: manachinone)

Funzioni: svolge un ruolo importantissimo nel processo di coagulazione del sangue.

Fonti Alimentari: presente soprattutto negli alimenti di origine vegetale (spinaci, cavoli, cereali, pomodori, carote, patate) è anche sintetizzata dai batteri intestinali.

Carenza: emorragie

Tossicità: anemia ed ittero nei neonati, trombosi e vomito negli adulti.

Dott.ssa Chiara Cevoli

Leave A Comment