Le Vitamine Idrosolubili

///Le Vitamine Idrosolubili

Le Vitamine Idrosolubili

Funzioni, Fonti Alimentari e Carenza

Scoperte nel 1911 dal medico polacco Kazimierz Funk, le vitamine sono nutrienti essenziali per la crescita e il mantenimento delle funzioni vitali. Il termine vitamina deriva dal tedesco Vitamin che significa “amina della vita”. Le vitamine idrosolubili sono:

Vitamina B1, Tiamina o Aneurina

Funzioni: svolge un ruolo fondamentale nel metabolismo del glucosio.

Fonti Alimentari: la tiamina presenti negli alimenti di origine naturale e vegetale, è particolarmente abbondante nel lievito di birra, nei cereali, nei legumi ed è in parte prodotta dalla flora batterica intestinale.

Carenza: la sindrome caratteristica da carenza è il beri-beri frequente nelle popolazioni asiatiche dove il riso brillato (riso senza rivestimento esterno ricco di Tiamina) è l’alimento di base e la sindrome di Wernicke, una grave forma di stato confusionale.

Funzioni, Fonti Alimentari e Carenza

Vitamina B2, Riboflavina, Lattoflavina

Funzioni: interviene nel metabolismo intermedio di proteine, carboidrati e lipidi, è inoltre importante per lo stato nutrizionale di pelle e mucose.

Fonti Alimentari: gli animali superiori non sono in grado di sintetizzarle, risulta molto rappresentata nel lievito di birra, nel germe di grano, nei cereali integrali, nel fegato, nella carne, nel latte e nelle uova ed è prodotta anche dalla flora intestinale.

Carenza: una sua carenza causa lesioni alle mucose, al tubo digerente, alterazioni della pelle e fotofobia.

Vitamina B3, Vitamina PP (Pellagra Preventing), Niacina, Acido Nicotico, Nicotinammide

Funzioni: è coinvolta nel metabolismo dei carboidrati e del triptofano, nella produzione di energia e nella sintesi e demolizione di amminoacidi, acidi grassi e colesterolo.

Fonti Alimentari: è contenuta negli alimenti di origine animale (fegato, pesce, carne) ed è sintetizzata dall’organismo a partire dall’aminoacido triptofano.

Carenza: la sua carenza causa la pellagra caratterizzata da dermatiti, disturbi intestinali, diarrea, fino ad alterazioni neurologiche come la demenza.

Vitamina B5, Acido Pantotenico

Funzioni: la vitamina B5 è fondamentale nel metabolismo energetico dei nutrienti, nella conversione degli amminoacidi e lipidi in glucosio, nella sintesi degli ormoni steroidei e di sostanze che regolano il funzionamento del sistema nervoso.

Fonti Alimentari: è presente negli alimenti animali e vegetali soprattutto nel fegato, tuorlo d’uovo, legumi e lievito di birra.

Carenza: l’Acido Pantotenico è carente solo in stati di grave denutrizione, causando spasmi, deficit ormonali.

Vitamina B6, Piridossina

Funzioni: ha tantissime funzioni, entra nel metabolismo degli amminoacidi, dei carboidrati, dei trigliceridi e di alcune vitamine. Fondamentale per l’utilizzazione dei lipidi, la sintesi dell’emoglobina, degli anticorpi e il funzionamento del sistema nervoso.

Fonti Alimentari: è presente in moltissimi alimenti sia di origine animale che vegetale (lievito, pomodori, spinaci, salmone, fegato, yogurt).

Carenza: è rara una sua carenza che causa anemia, nausea, debolezza, lesioni cutanee, convulsioni, dermatiti.

vitamine idrosolubili

Vitamina B8, Vitamina H, Biotina

Funzioni: la biotina partecipa alla sintesi del glicogeno, alla produzione di energia a partire dai carboidrati, al metabolismo degli amminoacidi e nella sintesi degli acidi grassi.

Fonti Alimentari: è molto rappresentata negli alimenti (lievito, fegato, rene, tuorlo d’uovo) e abbondantemente prodotta dalla flora batterica intestinale.

Carenza: la carenza è rara e si manifesta con affaticamento, dolori muscolari, depressione, inappetenza, nausea.

Vitamina B9, Acido Folico, Folacina, Folato

Funzioni: fondamentale nel metabolismo degli acidi nucleici e degli amminoacidi, stimola la produzione di leucociti e globuli rossi ed è fondamentale nella formazione di costituenti del sistema nervoso.

Fonti Alimentari: presente nei vegetali a foglie verdi, nel fegato, è inoltre prodotta dai batteri intestinali.

Carenza: una sua carenza causa anemia, diarrea, disturbi gastrointestinali e difetti nell’accrescimento fetale (spina bifida).

Vitamina B12, Cobalamina

Funzioni: è coinvolta nel metabolismo degli acidi grassi, degli amminoacidi, degli acidi nucleici, nella maturazione dei globuli rossi e nel funzionamento del sistema nervoso.

Fonti Alimentari: è presente in tutti gli alimenti animali soprattutto nel fegato, rene, latte, formaggi e uova.

Carenza: la condizione di carenza è piuttosto rara, e si può manifestare solo nei casi di dieta vegetariana stretta. I sintomi da carenza sono: anemia perniciosa, atassia, turbe dell’uomore, disturbi nervosi.

Vitamina C

Funzioni: partecipare a numerose reazioni metaboliche, alla sintesi di collagene, di alcuni aminoacidi e ormoni, è un anti ossidante, interviene nelle reazioni allergiche, nell’assorbimento del ferro, neutralizza i radicali liberi e svolge una funzione protettiva a livello dello stomaco.

Fonti Alimentari: è contenuta soprattutto negli alimenti freschi, come frutta e verdura, in particolare kiwi, agrumi, pomodori e peperoni.

Carenza: la carenza di Vitamina C provoca una condizione della scorbuto che causa apatia, inappetenza, anemia, emorragie epiteliali, caduta dei denti. Ad oggi è una carenza molto rara.

Dott.ssa Chiara Cevoli

Leave A Comment