Articoli recenti

Cerca nel Sito

Contattami

VivieNutri.it

Categorie

Il Ferro

Testimonianze dell’uso e importanza del ferro risalgono a cinesi, egiziani, greci e romani che pur non conoscendo le sue caratteristiche nutrizionali gli attribuivano proprietà terapeutiche: ad esempio gli antichi greci lo somministravano ai soldati feriti, perché li aiutavano a superare la debolezza fisica (dovuta probabilmente ad anemia emorragica); Ippocrate (460 a.C. – 377 a.C.) ai sui pazienti prescriveva vino nel quale aveva fatto stagionare ferro.
Il ferro è il più abbondante oligoelemento, presente in quantità molto modesta nell’organismo: rappresenta infatti lo 0,05% del peso corporeo. Il ferro circola nel sangue legato ad una proteina, la transferrina, quindi la sideremia rappresenta il ferro plasmatico trasportato dalla transferrina. Le riserve di ferro si trovano nel fegato, nella milza, nel midollo osseo, nei muscoli. Il fabbisogno di ferro varia in funzione del sesso, dell’età e delle condizioni fisiologiche.

Fabbisogno di ferro

Uomini
10 mg
Donne
18 mg
Gravidanza
27 mg
Allattamento
11 mg

Il ferro alimentare è costituito da 2 componenti: ferro emico, presente nei prodotti di origine animale e non emico, presente nei prodotti vegetali, nelle uova, nei latticini e derivati. Il ferro emico è assorbito in modo molto efficiente (circa il 25%), mentre l’assorbimento del ferro non emico è in funzione della composizione del pasto.

il ferro
Carni, pesci e vitamina C facilitano l’assorbimento del ferro non emico, viceversa il tannino, i fitati, il calcio, le fibre e alcune proteine (della soia, delle noci, dei lupini) ne ostacolano l’assorbimento (contenuti in: tè, caffè, tuorlo d’uovo, crusca). Quindi, per aumentare l’assimilazione del ferro negli alimenti di origine vegetale, è necessaria la vitamina C: un kiwi, qualche spicchio di arancia, acqua e limone prima del pasto forniscono al corpo la giusta dose di questa vitamina. E ricorda che caffè, tè e alimenti ricchi in fibre ne riducono l’assorbimento.

ferro
La carenza da ferro è probabilmente la carenza nutrizionale più diffusa al mondo (il Europa si stima il 20-30% delle donne in età fertile e degli adolescenti), tanto da rappresentare un problema di salute pubblica in molti paesi anche economicamente sviluppati. Sono diversi i fattori che concorrono a determinare tale carenza:

  • aumento del fabbisogno di ferro
  • scarso apporto alimentare
  • ridotto assorbimento intestinale (es. per patologie gastrointestinali)
  • aumento delle perdite di ferro (flusso mestruale, sanguinamento, sudorazione profusa)

Sintomi tipici della carenza da ferro sono: apatia, facile affaticamento, pallore tachicardia.

FONTI: Mariani Costantini, Cannella, Tomassi; Alimentazione e nutrizione umana, Il pensiero scientifico editore. Giampietro; L’alimentazione per l’esercizio fisico e lo sport, Il pensiero scientifico editore.

Dott.ssa Chiara Cevoli
Biologo Nutrizionista

11 Responses to Il Ferro

  1. Pingback: La Vitamina C | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  2. Pingback: La pera | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  3. Pingback: Gli asparagi | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  4. Pingback: La zucca | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  5. Pingback: La Cicoria | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  6. Pingback: Come Copro il Fabbisogno di Ferro? | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  7. Pingback: Il Ginseng | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  8. Pingback: Il Farro | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  9. Pingback: Il Rame | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  10. Pingback: I Minerali | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

  11. Pingback: Carne convenzionale o Biologica? |

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>