Gli Amminoacidi e le loro Funzioni

//Gli Amminoacidi e le loro Funzioni

Gli Amminoacidi e le loro Funzioni

All’interno del nostro corpo sono presenti circa 300 sostanze definibili sotto un punto di vista chimico amminoacidi, tuttavia in campo nutrizionale, quelli importanti per l’alimentazione umana sono 20, di cui 8 detti essenziali in quanto il nostro corpo non è in grado di sintetizzarli da solo (leucina, isoleucina, valina, lisina, triptofano, metionina, fenilalanina, treonina – per i bambini in più c’è l’istidina). Gli amminoacidi rappresentano l’unica fonte di azoto utilizzabile a scopo metabolico dal nostro corpo.
Da un punto di vista chimico gli amminoacidi sono formati da:

  • Un atomo di carbonio centrale a cui sono legati 4 diversi gruppi
  • Un gruppo carbossilico (COO)
  • Un gruppo amminico (NH3+)
  • Un atomo di idrogeno
  • Un gruppo R variabile che caratterizza i singoli diversi amminoacidi (R può essere un atomo di idrogeno e quindi si ha la glicina, nell’alanina R è un gruppo metilico –CH3, e così via).

Gli amminoacidi e le loro Funzioni

Classificazione Nutrizionale degli amminoacidi

Essenziali Lisina, metionina, treonina, leucina, isoleucina, valina, fenilalanina, triptofano, istidina (solo per i bambini)
Semi-essenziali (risparmiano i corrispondenti essenziali) Tirosina (da fenilalanina), cisteina (da metionina)
Non essenziali Glicina, alanina, serina, prolina, acido glutammico, glutammina, acido aspartico, asparagina, arginina

Al muscolo scheletrico, dopo la digestione delle proteine e la loro scissione in amminoacidi, arrivano in particolare gli amminoacidi ramificati (leucina, isoleucina e valina) e la glutammina. Buone quantità di glutammina e alanina all’interno del muscolo scheletrico sono libere, cioè non entrano a far parte della struttura delle proteine. L’alanina in particolare in queste condizioni è riportata al fegato per incrementare la produzione di glucosio. Gli amminoacidi possono quindi partecipare al metabolismo energetico trasformandosi in glucosio (amminoacidi glucogenetici) e/o corpi chetonici (amminoacidi chetogenetici):

  • Amminoacidi glucogenetici: alanina, arginina, asparagina, acido aspartico, cisteina, acido glutammico, glutammina, glicina, istidina, metionina, prolina, serina, treonina, triptofano e valina.
  • Amminoacidi chetogenetici: leucina, lisina e triptofano.
  • Amminoacidi glucogenetici e chetogenetici: fenilalanina e tirosina.

Il catabolismo degli amminoacidi pur fornendo energia, ha una resa in ATP inferiore rispetto a quella ricavata da carboidrati e grassi.

Funzioni degli Amminoacidi

Gli amminoacidi oltre a formare le proteine svolgono anche altre funzioni fisiologiche.

Valina Funzionamento del sistema nervoso
Leucina Funzionamento del fegato e degli organi endocrini
Isoleucina e Treonina Favoriscono l’utilizzazione degli altri amminoacidi introdotti con il cibo
Metionina Azione di protezione per il fegato, stimolazione della crescita. dona gruppi metilici ed è precursore della cisteina
Fenilalanina e Tirosina Sintesi di importanti sostanze come tiroxina e adrenalina
Triptofano Funzione riproduttiva e della vista, sintesi dell’acido nicotico e della nicotinamide (Vitamina B3)
Lisina Sintesi emoglobina
Istidina Accrescimento
Alanina Precursore del glucosio, trasporta l’azoto al fegato per la sua escrezione
Aspartato Formazione urea, precursore glucosio e pirimidine
Cisteina Agente riducente
Glutammato Sorgente di gruppi NH3
Glutammina Donatore di gruppi NH3, trasportatore di azoto
Glicina Precursore delle purine, neurotrasmettitore

Bibliografia

Mariani Costantini, Cannella, Tomassi; Alimentazione e nutrizione umanaIl pensiero scientifico editore

M. Giampietro; L’alimentazione per l’esercizio fisico e lo sport, Il pensiero scientifico editore

www.inran.it

 

Dott.ssa Chiara Cevoli

By | 2014-06-21T10:36:17+00:00 settembre 15th, 2014|Categories: Nutrienti|Tags: , , , |0 Comments

Leave A Comment