Cerca nel Sito

Contattami

VivieNutri.it

Categorie

Dalla natura: semi ed olio di canapa

L’olio di semi di canapa si ricava dai semi dell’omonima pianta Canapa Sativa alimentare. I semi hanno particolari valori nutrizionali che li rende unici: completi per il loro contenuto in amminoacidi e benefici per l’apporto di vitamine (Vitamina E, Vitamine A, C, diverse vitamine del gruppo B), sali minerali (calcio, potassio e magnesio), fitosteroli e cannabinoidi (in quantità molto esigue: il contenuto di THC -principio responsabile dell’effetto psicoattivo della marjiuana, è infinitesimale).

Immagine1

Valori Nutrizionali Semi di Canapa

I semi contengono tutti gli 8 amminoacidi essenziali (amminoacidi che il nostro corpo non è in grado di sintetizzare in quantità sufficiente per far fronte ai propri bisogni). Tuttavia, una delle sue principali qualità è la presenza di acidi grassi polinsaturi (omega-3 e omega-6), nella giusta proporzione per l’uomo 3:1, nessun altro alimento in natura presenta questa proporzione (le cattive abitudini alimentari del mondo contemporaneo hanno alterato questa proporzione fino a toccare rapporti del 20:1). L’olio di semi di canapa pressato a freddo contiene circa il 10% di acidi grassi saturi e circa il 90% di acidi grassi insaturi (10% monoinsaturi, 80% polinsaturi). Tra questi ultimi, l’apporto di acido linoleico (Omega 6) è intorno al 50-60%, mentre quello di acido alfa linolenico (Omega 3) è tra il 15-20%. Il seme di canapa è l’alimento vegetale con il più alto valore nutrizionale.

Come utilizzare l’Olio di Canapa

I semi possono essere consumati crudi come ingrediente di insalate, macedonie, muesli, frullati, nella preparazione del pane o altri prodotti da forno; tuttavia occorre ricordare che il loro valore nutrizionale è mantenuto solo se consumati crudi. Dai semi si ricava l’olio (tramite spremitura a freddo), da utilizzare come condimento. Il sapore dell’olio è molto gradevole, ricorda la nocciola, e va utilizzato a crudo per preservare le sue straordinarie qualità: può essere impiegato per condire insalate, pasta, al posto o insieme all’olio extravergine di oliva. Un cucchiaio di olio di semi di canapa (ovvero 10 grammi circa) apporta all’organismo 1,7 grammi di Omega 3, arrivando a coprire l’intero fabbisogno di un individuo adulto. Semi ed olio di canapa sono preziosi per combattere e prevenire: arteriosclerosi, disturbi cardiovascolari, colesteroloartrosi, malattie del sistema respiratorio (asma, sinusite e tracheite), della pelle (eczemi, acne); inoltre rinforzano il sistema nervoso. Sia i semi che l’olio devono essere conservati in frigorifero per preservarne le proprietà nutritive e per evitarne l’irrancidimento. Un’amara conclusione: in Italia (a differenza di altri paesi europei) la canapa non può, per legge, essere usata a scopo alimentare. L’olio proviene da canapa coltivata e trasformata in Germania (la libera circolazione delle merci ci consente di importarlo). Questo penalizza la coltivazione della canapa italiana trasformata solo in altri settori come il  cosmetico o il tessile.

 FONTI:
www.lifegate.it
www.greenme.it
www.verdesativa.com
Sibel Uluata, Nurhayat Ozdemir (2012) Antioxidant Activities and Oxidative Stabilities of Some Unconventional Oilseeds. J Am Oil Chem Soc 89:551–559.

Dott.ssa Chiara Cevoli

One Response to Dalla natura: semi ed olio di canapa

  1. Pingback: OMEGA-3: i grassi buoni | Magazine di Nutrizione, Benessere e Salute: Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>