Articoli recenti

Cerca nel Sito

Contattami

VivieNutri.it

Categorie

Tanti Tipi di Cavolo

Si fa spesso confusione: cavolo, cavolo verza, cavolfiore, cavolini, etc. Non sono poche le varietà di cavolo e tutte appartengono alla stessa specie: Brassica. Una cosa li accumuna: quella di puzzare quando li cuociamo e forse è proprio questa la ragione per cui li mangiamo raramente. Ma è un errore. L’odore è infatti semplicemente dovuto ai composti dello zolfo di cui sono ricchi ad esempio i glucosinolati, delle potentissime sostanze anticancro.

I cavoli sono inoltre una miniera di ferro e calcio (100 gr di cavoli contengo circa 70 mg di calcio, contro i 100 mg contenuti nel latte intero). Sono alimenti antinfiammatori, contengono omega-3, sono ricchi in fibre: insomma non c’è ragione per cui non si debba mangiarne a volontà.

Le Varietà di Cavolo

Cavolfiore Bianco: può essere consumato sia crudo che cotto. Ha pochissime calorie, 100 gr ne contengono appena 21, ma è ricco di Vitamina C e potassio.

Cavolo Cappuccio: anche in questo caso le calorie sono pochissime (circa 20 per 100 gr). Può essere consumato sia crudo che cotto. Il cavolo cappuccio contiene elevati livelli di antiossidanti, vitamina A, B1, B2 e C; la cottura prolungata distrugge la maggior parte dei nutrienti.

Cavolo Verza Rosso: anche in questo caso mille proprietà per pochissime calorie. Il colore viola è dato dagli antociani, molecole capaci di rallentare l’invecchiamento. Si consuma sia crudo che cotto.

Cavolo Rapa: buonissima sia cruda che cotta, la rapa è la radice della pianta (le foglie si consumano anch’esse previa cottura). Non è particolarmente digeribile ma è ricca di vitamine e Sali minerali (le vitamine sono di gran lunga più abbondanti nelle cime).

Cavolfiore Bianco, Cavolo Cappuccio, Cavolo Verza Rosso, Cavolo Rapa, Cavolo Broccolo, Cavolo Broccolo Romanesco, Cavolini di Bruxelles, Cavolo Verza, Cavolo Nero, Cavolo Cinese, Cavolfiore Verde, Cavolfiore Viola

Cavolo Broccolo: va consumato cotto, preferibilmente a vapore. Greci e Romani lo consideravano sacro e avevano l’abitudine a consumarlo crudo, prima dei pasti, per poter assorbire meglio l’alcool. Se si spreme del limone nell’acqua di cottura, si eviterà che il cattivo odore su propaghi per la casa.

Cavolo Broccolo Romanesco: può essere consumato sia crudo che cotto, contengono pochissime calorie ma hanno importati proprietà antitumorali.

Cavolini di Bruxelles: tra le proprietà sembrano in grado di prevenire i tumori al seno. Sono comunque preziosi anche in caso di anemia, ulcere e per chi vuole seguire un’alimentazione disintossicante.

Cavolo Verza: è molto ricco in vitamina A, vitamina C, vitamina K (importante per la coagulazione del sangue) e di elementi minerali come potassio, fosforo, ferro, calcio, zolfo. Anche in questo caso le calorie sono pochissime.

Cavolo Nero: pochissime le calorie, ricco in fibre, ferro e moltissime vitamine. Non mancano gli antiossidanti, ottimi alleati per la nostra salute.

Cavolo Cinese: è quello utilizzato per preparare gli involtini primavera. Il sapore è molto più delicato rispetto alle altre varietà di cavolo, ma con le stesse importanti proprietà nutrizionali.

Cavolfiore Verde: parente del cavolfiore bianco, la colorazione è dovuta al fatto che cresce non ricoperto da foglie, quindi arricchendosi di clorofilla, si colora di verde. La clorofilla che contiene favorisce la produzione di emoglobina.

Cavolfiore Viola: la colorazione viola è data dalla presenza di antociani, dei potentissimi composti antiossidanti. È caldamente consigliato consumare questa varietà cruda poiché con la cottura si perdono molti nutrienti importanti.

Dott.ssa Chiara Cevoli

One Response to Tanti Tipi di Cavolo

  1. salvatore parisi Rispondi

    10 novembre 2016 at 11:14

    li mangio regolarmente quasi ogni giorno

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>