Cerca nel Sito

Contattami

VivieNutri.it

Categorie

Frutta e Verdura

Alcuni consigli pratici per scegliere e conservare frutta e verdura

Mettiamocelo in testa: ogni giorno bisogna consumare 5 porzioni di frutta e verdura. Purtroppo sono pochissime le persone a seguire questa sana regola di vita. Come distribuire tutta questa frutta e verdura nella giornata? Non è difficile: basta ricordarsi di chiudere ogni pasto principale (pranzo e cena) con una porzione di verdura (cruda o cotta non ha importanza, ma ovviamente sempre di stagione) e una di frutta (se non ci sono indicazioni contrarie), un frutto a metà pomeriggio o metà mattina (o entrambi) per spezzare la fame ed evitare di arrivare al pasto successivo con la cosiddetta “fame da lupi”, ed il gioco è fatto!

consigli pratici

Saper scegliere

L’ideale sarebbe avere il proprio orto e coltivare i suoi prodotti senza concimi e antiparassitari: insomma lasciando fare alla natura. Lusso purtroppo che non tutti possono permettersi. In alternativa, la scelta migliore sarebbe acquistare questi prodotti in negozi o supermercati biologici: costano più cari, ma il loro sapore e valore nutritivo è nettamente superiore. Una verdura fresca deve essere soda, di colore vivace; la frutta deve essere matura, non ammaccata o avvizzita. Preferite prodotti di stagione: fragole a Natale o melanzane a Capodanno sono una scelta sbagliata perché sono coltivati in serre, senza aria, senza sole, maturati nei camion frigo: hanno quindi scarsi valori nutritivi. Altra regola fondamentale l’aspetto: per la natura l’estetica non è importante perciò non fidatevi dei prodotti troppo belli, quelli che assomigliano a riproduzioni di plastica. Meglio il piccolo pomodoro del nostro orto rispetto al meraviglioso, gigantesco e brillante pomodoro del supermercato.

Conservazione e cottura

L’ideale sarebbe consumare frutta e verdura appena raccolte. Infatti molti nutrienti, soprattutto le vitamine, si perdono con il passare del tempo. È sconsigliabile quindi fare grandi scorte di questi alimenti: meglio pochi, acquistati giornalmente. La frutta ma soprattutto la verdura è possibile congelarla: sia cotta che non, l’importante è farlo quando il prodotto è già freddo (quindi mai appena cotte): in questo modo il processo di congelamento è più veloce, la formazione di cristalli di ghiaccio è minima ed il prodotto quando consumato sarà di consistenza e sapore migliore. Per quanto riguarda la cottura una regola vale per tutte: più veloce è, meglio è. Infatti anche durante la cottura si ha un’importante perdita di vitamine e minerali: se si sceglie di lessare meglio farlo con pochissima acqua, in padella invece è consigliata una cottura molto veloce e a fuoco vivo. Infine ricordate di non buttare mai l’acqua di cottura: ricca in nutrienti si può bere o usare per innaffiare le nostre piante.

Dott.ssa Chiara Cevoli
Biologo Nutrizionista

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>