Pesce Azzurro: il Pesce a Chilometri Zero

Il pesce azzurro è il pesce dei nostri mari, un pesce povero, accessibile a tutti. Con tale termine non si indica una particolare specie di pesce, piuttosto un gruppo di pesci che vive nei nostri mari, caratterizzato da una colorazione blu-azzurro nella parte dorsale del corpo e di color argento in quella ventrale.

Anche se considerato un pesce povero e poco pregiato, il pesce azzurro è ricco in nutrienti di alto valore biologico come gli acidi grassi essenziali omega-3. È inoltre un pesce molto digeribile raccomandato nella dieta di persone anziane, bambini e sportivi, nonché come ottima fonte di proteine per chi segue una dieta ipocalorica (vista la bassa percentuale di grassi che contiene).

Le Proprietà Nutrizionali del Pesce Azzurro

Il pesce azzurro è un alimento ideale per tutti, grandi e bambini, grazie alla sua estrema digeribilità e all’alto contenuto di proteine nobili che contiene. Ricco in vitamine del gruppo B è anche una riserva di Sali minerali, tra cui: calcio, fluoro, ferro e fosforo. Da non sottovalutare inoltre la ricchezza in iodio fondamentale per un ottimale funzionamento della tiroide. Infine il pesce azzurro è una miniera di acidi grassi polinsaturi: gli omega-3.

Quali Specie Rientrano della Categoria: Pesce Azzurro?

Le specie di pesce azzurro sono: alice, sardina, l’aguglia, l’alaccia, la cheppia, il lanzardo, la papalina o spratto, lo sgombro e il suro, il pesce sciabola, il cicerello, la costardella. Potrebbero essere inclusi in questa categoria anche il tonno e il pesce spada, tuttavia in quanto a dimensioni e forma non hanno niente in comune con gli altri “azzurri”, ma sono assimilabili a loro per colorazione.

Sgombro

È un pesce che misura dai 20 ai 40 cm, ha il dorso di colore verde-azzurro con striature scure e il ventre argentato. È un pesce che cresce molto velocemente: a due anni questa specie misura già 20 cm.

valori nutrizionali sgombro

Valori Nutrizionali per 100 gr (una porzione)

Kcal 170Potassio 360 mg
Proteine 17 grFosforo 264 mg
Carboidrati 0,5Zinco 2 mg
Grassi 11.1 grMagnesio 21 mg
di cui Saturi 2.61 mgIodio 117 µg
di cui monoinsaturi 4.13 mgManganese 0.02
di cui polinsaturi 2.46Vitamina B1 0.1 mg
Colesterolo 1 grVitamina B2 0.25 mg
Ferro 1.2 mgVitamina B3 7.6 mg
Calcio 38 mgVitamina B5 0.68 mg
Sodio 130 mgVitamina B12 7 µg

Sardina

È un piccolo pesce che misura di media da 12 ai 20 cm. Ha il dorso di colore verde oliva con una fascia azzurra sui lati. Le sue carni sono magre in inverno e grasse nei mesi estivi.

valori nutrizionali sardina

Valori Nutrizionali per 100 gr (una porzione)

Kcal 129Potassio 630 mg
Proteine 20.8 grFosforo 215 mg
Carboidrati 1,5 grZinco 0.84 mg
Grassi 4.5 grMagnesio 10 mg
di cui Saturi 1.02 mgIodio 24 µg
di cui monoinsaturi 1.2 mgManganese 0.02
di cui polinsaturi 1.77 mgVitamina B1 0.02 mg
Colesterolo 0.63 grVitamina B2 0.25 mg
Ferro 1.8 mgVitamina B3 9.7 mg
Calcio 33 mgVitamina B5 0.68 mg
Sodio 66 mgVitamina B12 9 µg

 Alice o Acciuga

Simile alle sardine, è più sottile, con il dorso verde-azzurro e fianchi e ventre argentati.  Ha il corpo affusolato, con il ventre liscio e arrotondato. Le pinne sul dorso e della coda sono di colore grigio chiaro, le altre biancastre. Le sue carni sono molto appetibili, le dimensioni vanno da 12 a 18 cm.

valori nutrizionali alice o acciuga

Valori Nutrizionali per 100 gr (una porzione)

Kcal 96Potassio 278 mg
Proteine 16.8 grFosforo 196 mg
Carboidrati 1,5 grZinco 4.2 mg
Grassi 2.6 grMagnesio 22 mg
di cui Saturi 1.02 mgIodio 29 µg
di cui monoinsaturi 1.2 mgManganese 0.07 mg
di cui polinsaturi 1.77 mgVitamina B1 0.06 mg
Colesterolo 0.61 grVitamina B2 0.26 mg
Ferro 2.8 mgVitamina B3 14 mg
Calcio 148 mgVitamina B5 0.65 mg
Sodio 104 mgVitamina B12 0.6 µg

Aguglia

Di forma allungata come l’anguilla, è di colore grigio-argento. Può raggiungere i 90 cm di lunghezza. È caratterizzata dall’avere lo scheletro di colore verde-azzurro.

valori nutrizionali aguglia

Valori Nutrizionali per 100 gr (una porzione)

Kcal 89Sodio 348 mg
Proteine 18 grPotassio 345 mg
Carboidrati 1,5 grFosforo 210 mg
Grassi 2.7 grZinco 0.42 mg
di cui Saturi 1.09 mgMagnesio 40 mg
di cui monoinsaturi 1.15 mgManganese 0.03 mg
di cui polinsaturi 0.46 mgVitamina B1 0.08 mg
Colesterolo 0.61 grVitamina B2 0.1 mg
Ferro 0.37 mgVitamina B3 4.2 mg

Suro o Sugarello

Di colore verde-blu, le sue dimensioni variano dai 20 ai 40 cm.

valori nutrizionali Suro o Suraghello

Valori Nutrizionali per 100 gr (una porzione)

Kcal 104Potassio 212 mg
Proteine 18.3 grFosforo 224 mg
Carboidrati 1 grZinco 1.5 mg
Grassi 3 grMagnesio 31 mg
di cui Saturi 1.02 mgIodio 30 µg
di cui monoinsaturi 1.2 mgManganese 0.01 mg
di cui polinsaturi 1.77 mgVitamina B1 0.17 mg
Colesterolo 0.65 grVitamina B2 0.19 mg
Ferro 0.9 mgVitamina B3 6.3 mg
Calcio 125 mgVitamina B5 0.32 mg
Sodio 111 mgVitamina B12 5 µg

Pesce Sciabola o Spatola

Ha un corpo allungato di colore argento, privo di scaglie che può raggiungere i due metri di lunghezza.

valori nutrizionali pesce sciabola

Valori Nutrizionali per 100 gr (una porzione)

Kcal 102Calcio 4 mg
Proteine 16.2 grSodio 90 mg
Grassi 2.4 grPotassio 288 mg
di cui polinsaturi 0.8 mgFosforo 263 mg
Colesterolo 0.4 grMagnesio 27 mg
Ferro 0.81 mgManganese 0.02 mg

Pericoli Sanitari sul Consumo di Pesce Azzurro

Metalli

Se il pesce vive in acque contaminate da mercurio, le sue carni ne possono contenere quantità variabili. Il mercurio è un metallo pesante che può causare gravi danni al sistema nervoso, al cervello e ai reni. Come consiglio generale vale quello di consumare pesci di piccola taglia infatti maggiori sono le dimensioni del pesce maggiore sarà l’eventuale contaminazione di mercurio delle carni. Un altro metallo presente nel pesce è il nichel: le persone sensibili dovrebbero moderare il consumo di pesce freso e congelato ed evitare invece il pesce conservato.

Parassiti

Il problema dei parassiti si presenta quando il pesce viene consumato crudo come le alici o le sardine. Uno dei parassiti da cui il pesce può essere contaminato è l’Anisakis simplex: l’uomo è contaminato se mangia pesce parassitato crudo, poco cotto o in salamoia. Dopo un paio di ore dall’ingestione del pesce infestato possono comparire i primi sintomi: nausea, vomito, dolori addominali. Il rischio si annulla cuocendo il pesce per 10 minuti a 60°C o congelando a -20°C per almeno 24 ore (Regolamento CE 853/2004).

Dott.ssa Chiara Cevoli