L’Allattamento al Seno

///L’Allattamento al Seno

L’Allattamento al Seno

Allattare al seno è sicuramente una delle scelte migliori: oltre a rafforzare il rapporto madre/figlio, il latte materno è l’alimento migliore per il lattante.

Proprietà del latte materno

  • La composizione è equilibrata in tutti i nutrienti
  • È facilmente digeribile dal lattante
  • Risponde alle esigenze nutrizionali per una crescita rapida (caratteristica della prima fase di vita)
  • Protegge contro le allergie
  • Rafforza il sistema immunitario del lattante

Tutte queste caratteristiche, rendono il latte materno unico e inimitabile industrialmente.

Diversi tipi di latte

Allattare al seno è sicuramente una delle scelte migliori: oltre a rafforzare il rapporto madre/figlio, il latte materno è l’alimento migliore per il lattante.

La composizione del latte materno varia con i giorni. Nei primi quattro-cinque giorni si ha la produzione di colostro (di colore giallo): ricco un proteine, minerali e componenti ad azione antimicrobica risulta povero in grassi, carboidrati e vitamine del gruppo B. Successivamente si ha la produzione del latte di transizione, grasso e cremoso. Infine, intorno al decimo giorno comincia la produzione del latte materno vero e proprio: meno ricco in proteine minerali e Vitamine A ed E, ma ricco in grassi, carboidrati e proteine del gruppo B. Tuttavia la composizione del latte varia sia con il passare dei mesi (dove si verifica una diminuzione delle proteine), sia nell’arco della giornata, sia durante la poppata. Infatti, all’inizio di ogni poppata il latte è diluito e povero in grassi e proteine, che gradualmente aumentano verso la fine della poppata per far sentire sazio il lattante.

Durante l’allattamento è opportuno limitare alcuni alimenti che posso alterare il sapore del latte o causare disturbi o reazioni allergiche nel bambino. Tra questi: cavolo, aglio, asparagi, peperoni, spezie, fritti, formaggi fermentati (gorgonzola), crostacei, molluschi, selvaggina, liquori, cacao, cioccolato, uva, fragole ciliegie, pesche, albicocche, dolci farciti.

Generalmente si consiglia di allattare al seno per almeno i primi sei mesi di vita del bambino: entro questo tempo, il latte materno sostituisce qualsiasi altro nutriente, il lattante non ha bisogno nemmeno di acqua.

Se non puoi allattare al seno

Se ci sono impedimenti all’allattamento al seno, si utilizzano i sostituti del latte materno, detti “formule per lattanti”, la cui composizione è regolata dalla legislazione italiana ed europea.

Fonte: Ministero della Salute

 

By | 2014-03-26T15:47:30+00:00 aprile 23rd, 2014|Categories: Al femminile|Tags: , , , |0 Comments

Leave A Comment