Articoli recenti

Cerca nel Sito

Contattami

VivieNutri.it

Categorie

Come Combattere la Cellulite

Combattere la cellulite con acqua, verdure e pesce

La cellulite colpisce molte donne: è causata da una cattiva circolazione a livello del microcircolo, che causa una dilatazione dei vasi sanguigni che lasciando fuoriuscire liquidi, impediscono una buona ossigenazione delle cellule adipose. Molte sono le cause che danno origine alla cellulite. Alcuni fattori, detti primari, non sono causati da noi e quindi non sono eliminabili (ad es. il sesso, la razza o la familiarità).
Oltre ai fattori primari esistono altre cause aggravanti la cellulite come:
- vita sedentaria o dimagrimento eccessivamente rapido;
- un’alimentazione sbagliata, eccessivamente ricca di calorie e di cibi con troppi  grassi e sale;
- trascorrere troppo tempo in piedi immobili: ciò causa una cattiva circolazione sanguigna, perché il sangue fa fatica a risalire dagli arti inferiori;
- l’abbigliamento troppo stretto o scarpe troppo strette o con tacco troppo alto, ostacolano il ritorno venoso e linfatico e impediscono il corretto funzionamento dell’importantissima “pompa venosa”;
- stress e fumo sono altri fattori che aggravano lo stato della cellulite (il fumo ha un’azione vasocostrittrice e aumenta i radicali liberi che peggiorano il microcircolo e aiutano ad accelerare l’invecchiamento cutaneo);
- sovrappeso e obesità.

combattere la cellulite con acqua verdure e pesce

Cosa fare per prevenirla

Praticare attività sportive (almeno 30-40 minuti, 3 volte a settimana, preferendo attività come il ciclismo, la camminata veloce o lo step), eliminare il fumo e l’alcol, usare abiti confortevoli e non troppo stretti e scarpe con tacchi non eccessivamente alti, mangiare molta frutta e verdura ed infine bere molta acqua. Per le donne, tuttavia, quest’ultimo semplice accorgimento rappresenta un vero problema, in quanto molte di esse non sentono lo stimolo della sete e non riescono a bere quel litro e mezzo d’acqua al giorno che viene raccomandato. La soluzione è aumentare l’apporto d’acqua con la dieta, mangiando più verdure e cibi che ne contengono in quantità (zucchine, cetrioli, pomodori, spinaci, lattuga, anguria, pompelmo, pesche) e, inoltre, abituarsi a consumare cibi meno raffinati e alimenti più semplici. Il menu ideale è dunque composto principalmente da cereali integrali, pesce e verdure. I cereali integrali hanno un indice glicemico basso: rilasciano zuccheri lentamente evitando picchi d’insulina che causano l’ingrossamento delle cellule adipose. Come primo piatto sono consigliati pasta o riso integrale, orzo, farro. Il pesce è invece l’alimento raccomandato per il secondo perché rispetto a carne e formaggi ha il vantaggio di fornire iodio, minerale che partecipa alla sintesi degli ormoni tiroidei e stimola il metabolismo favorendo la trasformazione dei grassi e degli zuccheri in energia. È da preferisce pesce grasso come il salmone perché ricco di acidi grassi polinsaturi (omega3) che aiuta a combattere l’infiammazione dei tessuti del nostro organismo. Passando al contorno bisogna fare attenzione al colore: le verdure più ‘vivaci’ contengono più antiossidanti, dotati di un’azione antinfiammatoria naturale. Mentre tra la frutta, vince il rosso: ciliegie, fragole, lamponi e more sono ricchi di flavonoidi e vitamina C che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni, riducendo la permeabilità da cui dipende la fuoriuscita dei liquidi che gonfiano e congestionano i tessuti cellulitici.

Dott.ssa Chiara Cevoli
Biologo Nutrizionista

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>