Articoli recenti

Cerca nel Sito

Contattami

VivieNutri.it

Categorie

Il Piatto Sano

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), quasi la metà dei tumori e delle malattie cardiovascolari, potrebbero essere evitati grazie ad un’alimentazione sana ed equilibrata e una regolare attività fisica. Infatti, circa 3 milioni di morti l’anno si eviterebbero se si consumassero le giuste quantità di frutta e verdura (almeno 5 porzioni al giorno). È quindi fondamentale mettere in atto alcune semplicissime regole per avere un’alimentazione sana ed equilibrata.

Di Cosa ha Bisogno il Corpo?

Il corpo umano necessita di tutti gli alimenti per funzionare nel modo migliore possibile. Poiché purtroppo non esiste un “cibo ideale” cioè un alimento con le giuste quantità e proporzioni di tutti i nutrienti, la base di una sana alimentazione diventa la varietà: solo in questo modo possiamo ricaricare il nostro corpo di tutto ciò di cui ha bisogno. Carboidrati, Proteine, Grassi, Vitamine, Minerali, Fibre, Acqua: nelle giuste quantità è tutto ciò che serve al nostro organismo per funzionare al meglio.

Da cosa è composto il piatto sano?

da cosa è composto il piatto sano?

  • Carboidrati: dovrebbero rappresentare dal 50% al 60% dell’energia totale introdotta con la dieta. Meglio scegliere quelli integrali, con alto contenuto in fibre e basso indice glicemico. I carboidrati non sono solo pasta e pane, ma anche: farro, orzo, riso, avena, miglio, couscous, etc.
  • Proteine Salutari: dovrebbero rappresentare dal 15% al 25% dell’energia totale introdotta con la dieta. Preferire pesce, carni bianche, legumi. Limitare invece le carni rosse, gli affettati e gli insaccati.
  • Grassi: dovrebbero rappresentare circa il 25% dell’energia totale introdotta con la dieta, così distribuiti: grassi saturi (soprattutto quelli di origine animale) non più del 10%, acidi grassi polinsaturi circa il 10%, monoinsaturi (olio di oliva) il rimanente. Gli acidi grassi trans andrebbero invece evitati. Quindi si olio extravergine di oliva, frutta secca e semi.
  • Verdure e Ortaggi: dovrebbero concludere o meglio aprire ogni pasto. In questo caso solo due semplici regole da rispettare: variare frequentemente la qualità e consumare solo le varietà di stagione.
  • Frutta: fondamentale negli spuntini, come spezza fame, e, salvo diverse indicazioni, a conclusione del pasto. Anche per la frutta valgono le regole delle verdure: varia i colori e consuma solo quella di stagione.
  • Acqua: il fabbisogno per un uomo adulto è di circa 2 litri e mezzo, per una donna 2 litri. Per facilitare l’assunzione di acqua, si consiglia anche l’uso di tè, tisane, infusi: l’importante è limitare al massimo lo zucchero (l’ideale sarebbe consumarli senza). Se abbiamo l’abitudine di usare lo zucchero, ecco un piccolo trucco che può anche essere messo in atto per il sale: ridurre gradualmente la quantità di zucchero aggiunta alle bevande. Mettete 2 cucchiaini di zucchero nel caffè? Provate da domani a metterne uno e mezzo, i primi giorni risulterà leggermente amaro, ma il nostro palato si abituerà velocemente. Una volta abituato alla “nuova dolcezza” riduce ancora, finché nel giro di pochissimo tempo lo zucchero nel caffè sarà un ricordo lontano e, finalmente, potrete assaporare il vero sapore del caffè e del tè. No a succhi di frutta, bevande energetiche (anche quelle sportive) e gassate: troppi zuccheri e additivi, decisamente non graditi dal nostro organismo.

Ed ora che il piatto è pronto…Buon appetito!

Dott.ssa Chiara Cevoli
Biologo Nutrizionista

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>