La Quinoa

La Quinoa

La quinoa è una pianta coltivata sulle Ande appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee, la stessa di spinaci e barbabietole. A differenza degli spinaci di cui apprezziamo le foglie, il pezzo forte della quinoa sono i semi, che vengono utilizzati come cereali; per questo motivo è detta pseudocereale: non è un cereale ma è utilizzata come se lo fosse.
cerealiI semi possono essere di molte sfumature, bianchi, gialli, marroni, grigi, così come lo sono i fiori; tuttavia sul mercato si trovano principalmente i semi più chiari, che vengono selezionati appositamente, perché riscontrano maggior successo sugli scaffali dei supermercati. La pianta ha uno stelo che può raggiungere il metro e mezzo di altezza: durante la stagione della raccolta si taglia la pianta alla base e si fa essiccare. Steli e foglie sono utilizzati come foraggio per gli animali; i semi invece sono messi in acqua o tostati per eliminare la cuticola che li rende immangiabili.

Tra gli Inca quinoa e amaranto erano considerati cibi erotici, riservati alle autorità politiche e religiose ed utilizzati nei riti, nelle cerimonie e celebrazioni sacre, per questo motivo era anche detta il “grano d’oro delle Ande”.

La classificazione tassonomica è:

Regno: Plantae
Ordine: Caryophyllales
Famiglia: Amaranthaceae
Sottofamiglia: Chenopodioideae
Genere: Chenopodium
Specie: Chenopodium quinoa Willd.

Proprietà Nutrizionali della Quinoa

È un cereale altamente proteico ed energetico, facilmente digeribile: è fonte di proteine nobili, fibre alimentari, grassi polinsaturi e minerali. Il contenuto proteico va dal 10.4 al 17% in base alla varietà: mediamente di più rispetto ad altri cereali, ma comunque inferiore rispetto ai legumi. Degno di nota anche il contenuto in fibre che va da 13 a 16 gr per 100 gr di parte edibile. I grassi (contenuti nel cereale in quantità maggiori rispetto ad altri cereali, ma non sorprendiamoci perché come già detto non è un cereale ma un seme) sono per il 50% polinsaturi (omega-3 e 6).  Per quanto riguarda le vitamine, la quinoa costituisce una buona fonte di vitamina B, riboflavina, acido folico e vitamina E. La quinoa è naturalmente priva di glutine, adatta quindi nell’alimentazione dei celiaci.

Come si Mangia la Quinoa?

Attualmente la quinoa è utilizzata come “valore aggiunto” ad alcune preparazioni come pasta, barrette e cereali per la prima colazione. I chicchi possono essere, previa cottura, utilizzati nelle minestre, nelle insalate fredde o macinati, sotto forma di farina nella preparazione di prodotti da forno.

usi in cucina

Valori Nutrizionali della Quinoa (100 gr)

Energia 399
Proteine 16.5 gr
Grassi 6.3 gr
Carboidrati 69 gr
Fibre 13-16 gr
Ferro 13.2 mg
Zinco 4.4 mg
Calcio 148.7 mg
Magnesio 249.6 mg
Fosforo 383.7 mg
Potassio 926.7 mg
Tiamina 0.2-0.4 mg
Riboflavina 0.2-0.3 mg
Acido folico 0.0781 mg
Niacina 0.5-0.7 mg

Dott.ssa Chiara Cevoli

By | 2014-07-02T12:18:42+00:00 luglio 4th, 2014|Categories: Cereali|Tags: , , , |0 Comments

Leave A Comment